FILS –Sindacato ai Consiglieri di maggioranza: prima di scegliere accettate il confronto

Ancora nessuna risposta ufficiale da parte di Sindaco e gruppi di maggioranza, nonostante sia ormai passato quasi un mese dalla decisione dei lavoratori di accettare le condizioni inderogabili poste dalla FILS e dal Comune di Foligno per salvare il proprio posto di lavoro.

Solo il Presidente del Consiglio Comunale ha convocato un incontro per giovedì 29 settembre, limitandosi però ad invitare i consiglieri a partecipare.

Nel frattempo si è appreso che giovedì scorso (21 settembre) si è riunita la Prima Commissione Consiliare con all’ordine del giorno, tra le altre cose, il piano di razionalizzazione delle partecipate, nella formulazione prevista dalla Giunta, che prevede la prosecuzione della messa in liquidazione della FILS. Per domani, mercoledì 28 settembre, è convocato il Consiglio Comunale e tra gli argomenti c’è l’approvazione di tale piano.

Sembra che la scelta, da parte del Sindaco e della Giunta, sia stata fatta e che non ci sia la volontà di comunicarla a Sindacato e lavoratori se non a giochi fatti: proseguire con la liquidazione e gli appalti esterni, nonostante il sacrificio richiesto ed ottenuto dai lavoratori e nonostante le aperture fatte dal Sindaco anche il mese scorso nell’incontro di Commissione, quando affermava che ancora c’era tempo per rivalutare le scelte.

A questo punto, se davvero domani il Consiglio dovesse decidere di approvare il piano di razionalizzazione approvato dalla Giunta, come si dovrà interpretare il silenzio prolungato del Sindaco e dei consiglieri di maggioranza delle ultime settimane e la convocazione di un incontro per il 29 settembre, a votazione fatta? Speriamo di non esser costretti a dover fare tale valutazione, considerato tra l’altro che la scelta di non ricapitalizzare la società rischia di creare un vero e proprio danno alle casse dell’Ente, sia per le procedure scelte che per il fatto che la società, createsi le condizioni, deve essere salvata.